Geostorm.2017.iTALiAN.MD.TS.XviD-iSTANCE[MT]

  • Category Movies
  • Type Divx/Xvid
  • Language Italian
  • Total size 1.8 GB
  • Uploaded By Survival
  • Downloads 1110
  • Last checked 5 days ago
  • Date uploaded 1 week ago
  • Seeders 47
  • Leechers 8

Geostorm

Action

Gerard Butler playing a stubborn but charming satellite designer who, when the world’s climate-controlling satellites malfunction, has to work together with his estranged brother to save the world from a man-made storm of epic proportions. A trip into space follows, while on Earth a plot to assassinate the president begins to unfold.

Infohash : 2AF144F973F548055385EC7F8F7194D4ED9BB47D









Titolo originale: Geostorm
Paese: USA
Anno: 2017
Durata: 109 minuti
Genere: Azione, Fantascienza



Sceneggiatura: Dean Devlin, Paul Guyot
Fotografia: Roberto Schaefer
Montaggio: on Rosen, Chris Lebenzon, John Refoua
Musiche: Lorne Balfe
Scenografia: Kirk M. Petruccelli
Costumi: Susan Matheson
Trucco: Allan A. Apone, Martin Astles, Gloria Belz e altri
Effetti speciali: Berj Bannayan, Chris Brenczewski, Roy K. Cancino e altri
Produttore: Dean Devlin, David Ellison, Dana Goldberg, Cliff Lanning, Rachel Olschan
Produzione: Electric Entertainment, Skydance Media, Warner Bros. Pictures, Stereo D
Distribuzione: Warner Bros. Pictures Italia
Sito ufficiale: www.geostorm.movie
Data di uscita: 01 Novembre 2017 (Cinema)









In seguito a una terribile serie di disastri naturali senza precedenti che colpiscono il pianeta, i capi di stato delle maggiori potenze mondiali si riuniscono per definire la realizzazione di una complessa rete di satelliti in grado di controllare le condizioni climatiche e garantire la sicurezza dei cittadini. Ma ora qualcosa non va - il sistema elaborato per proteggere la Terra sta diventando la causa della sua distruzione e inizia una corsa contro il tempo per scoprire la vera minaccia, prima che una tempesta globale spazzi via tutto... e tutti.







E’ una curiosa coincidenza l’uscita quasi in contemporanea del disaster-movie Geostorm e di Una scomoda verità 2, due film diversi come il giorno e la notte, i maschi e le femmine e Marte e Venere che tuttavia affrontano entrambi la questione del riscaldamento globale e delle sue gravissime conseguenze sottolineando che il mondo ha in qualche modo rimediato alle nefandezze compiute e che le intellighenzie hanno cooperato per la salvaguardia del pianeta. Ma se nella realtà la minaccia potrebbe essere rappresentata dall’amministrazione Trump o dallo sfrenato desiderio di profitto di economie in crescente sviluppo, nella finzione il pericolo arriva dal malfunzionamento di un sistema di satelliti che previene incendi, tsunami, glaciazioni improvvise, eccetera. Che il miracoloso congegno si sia rotto da solo o che qualcuno lo abbia sabotato spinto da megalomania o da perfidia estrema, poco importa: ciò che conta è la tematica ambientalista e più la si affronta e meglio è.
Nel suo sacco da Babbo Natale, però, lo sceneggiatore de The Day After Tomorrow - L’alba del giorno dopo (nonché il produttore di Godzilla) ha molto altro: ha un pastiche di generi cinematografici che, a pensaci bene, è il pregio e insieme il limite di un blockbuster che più di tanto blockbuster non è, o meglio che lo è nella misura in cui si identifica con l’ennesimo film ad alto tasso di adrenalina nel quale Gerard-Leonida-Mike Banning-Butler aggiusta cose e salva persone. Smette di esserlo, invece, nel momento in cui agli scenari apocalittici preferisce le stanze del potere e gli uffici dove decrittare codici o violare sistemi di sicurezza. Insieme alle città che prendono fuoco come prosperi e alle spiagge travolte da masse d’acqua, hanno il loro peso nel racconto gli intrighi politici, un rapporto irrisolto fra due fratelli, una relazione amorosa clandestina ma non troppo e un vero e proprio space-mystery, con l’inventore del salvifico ordigno chiamato Dutch Boy costretto a tornare fra le stelle per riattivarlo.
Ecco, è questa parte "extraterrestre" la migliore di Geostorm, perché laddove non esiste la forza di gravità a galleggiare è anche il film, che si prende la libertà di impiegare il giusto tempo per capire cosa sia andato storto. Dean Devlin, insomma, rallenta felicemente il passo, stabilendo dinamiche interessanti fra i personaggi (complice l’unità di luogo) e spargendo qua e là la polverina magica dell’umorismo. Sulla Terra invece, le cose vanno avanti così così, perché Jim Sturgess nei panni del fratellino responsabile e corretto è rigido, Ed Harris in versione Segretario di Stato e Andy Garcia presidente degli States non sono che deboli figurine e soprattutto perché il cattivo non si ritaglia il giusto spazio, e questo un po' spiazza, visto che in un thriller di cospirazione con tanto di un countdown che annuncia la distruzione dell’intero globo terracqueo non può non esserci un villain coi fiocchi.
Insomma, è come se le tante facce di Geostorm sacrificassero la sua identità, lasciandolo annaspare fra i cliché dei filoni narrativi e stilistici sfiorati. Non sarebbe stato meglio allora, una volta compreso che non si poteva rifare Armageddon, seguire solamente un paio di piste o togliere di mezzo qualche sottotrama concentrandosi su azione e distruzione? Perché non aggiungere a una corsa in macchina accattivante e adrenalinica e allo spettacolo di una città trasformata in un Inferno qualcosa di ancora più catastrofico? Perché non calcare di più la mano con una CGI già evidentissima per ammantarsi di un fascino "cartonato" da B-Movie? C'è una scena con una bomba sexy in bikini che corre per le strade di Rio cercando di evitare di surgelarsi che ha un che di meravigliosamente trash: perché non continuare così? In fondo, nessuno si aspetta il realismo ad ogni costo da un film in cui, all’improvviso, in Afghanistan, un contingente di barbuti soldati si trasforma in una parata di ghiaccioli.
Ciò che invece ci si aspetta, e che si dovrebbe pretendere, almeno in film dal cast all star e dal budget robusto, è lo sviluppo psicologico dei personaggi principali. Il Jake di Gerard Butler per fortuna una sua profondità ce l’ha e l'attore fa comunque il suo dovere e, oltre alle terra emerse, salva anche il film. Geostorm è soprattutto lui, e allora piacerà ai fan dello scozzese più celebre di Hollywood, che per una volta lo vedranno più sgualcito e meno action-hero del solito, e che avranno anche l’occasione di riflettere, come dicevamo all'inizio, su ciò che rischia di accadere alla nostra bellissima Terra.




Code:

Generale
Nome completo : Geostorm.2017.iTALiAN.MD.TS.XviD-iSTANCE[MT].avi
Formato : AVI
Formato/Informazioni : Audio Video Interleave
Dimensione : 1,80 GiB
Durata : 1 o 41 min
Bitrate totale : 2.535 kb/s
Creato con : VirtualDubMod 1.5.10.2 (build 2540/release)
Compressore : VirtualDub build 35491/release

Video
ID : 0
Formato : AVC
Formato/Informazioni : Advanced Video Codec
Profilo formato : [email protected]
Impostazioni formato, CABAC : Si
Impostazioni formato, RefFrames : 2 frame
ID codec : H264
Durata : 1 o 41 min
Bitrate : 2.395 kb/s
Larghezza : 720 pixel
Altezza : 328 pixel
Rapporto aspetto visualizzazione : 2,2:1
Frame rate : 29,970 (30000/1001) FPS
Spazio colore : YUV
Croma subsampling : 4:2:0
Profondità bit : 8 bit
Tipo scansione : Progressivo
Bit/(pixel*frame) : 0.338
Dimensione della traccia : 1,70 GiB (94%)
Compressore : x264 core
colour_range : Limited
Colori primari : BT.601 NTSC
Caratteristiche trasferimento : BT.709
Coefficienti matrici : BT.601

Audio
ID : 1
Formato : MPEG Audio
Versione formato : Version 1
Profilo formato : Layer 3
Modo : Joint stereo
Estensione modo : MS Stereo
ID codec : 55
ID codec/Suggerimento : MP3
Durata : 1 o 41 min
Modalità bitrate : Costante
Bitrate : 128 kb/s
Canali : 2 canali
Frequenza campionamento : 48,0 kHz
Modo compressione : Con perdita
Dimensione della traccia : 93,3MiB (5%)
Allineamento : Audio splittato
Durata intervallo : 33 ms (1,00 frame)
Intervallo pre caricamento : 500 ms
Compressore : LAME3.99r










Files:

  • Geostorm.2017.iTALiAN.MD.TS.XviD-iSTANCE[MT].avi (1.8 GB)

There are currently no comments. Feel free to leave one :)

Code:

  • udp://tracker.openbittorrent.com:80/announce
  • udp://tracker.opentrackr.org:1337/announce
  • udp://tracker.coppersurfer.tk:6969/announce
  • udp://tracker.coppersurfer.tk:6969